Scuola materna, Cazzago San Martino (BS), 2010
Nuova edificazione
Progetto di concorso
con Massimo Tadi, Paolo Martini, Marcello Pari
Il progetto si sviluppa perseguendo un duplice obiettivo: quello di definire il margine di via Cardinale Bevilacqua rafforzandone il ruolo di spazio pubblico e quello di fornire un edificio in cui gli spazi interni, i giardini, l'uso della luce e dei colori risultino stimolanti alla crescita e allo sviluppo sensoriale dei bambini.
L'architettura del progetto lavora sulla definizione del margine dell'intervento e sulle relazioni tra spazi aperti e ambienti interni. Dallo spazio pubblico attrezzato lungo la strada, una prospettiva definita dai volumi dell'ingresso e del micronido sottolinea il punto di accesso all'edificio.
Il complesso si organizza attorno ad un ampio spazio verde protetto, il quale a sua volta si caratterizza per micro-aree con funzioni diverse, da quelle del gioco tradizionale sino ai giardini sensoriali dei colori, della musica, del tatto e dei profumi.
Ognuna delle cinque sezioni della scuola materna è ospitata all'interno di un volume indipendente e identificabile attraverso l'uso del colore.
Il corpo più alto rivolto verso nord contiene gli spazi distributivi e quelli per le attività comuni, mentre i laboratori per le attività sono inseriti tra le diverse sezioni.
L'edificio si chiude su se stesso a protezione dei suoi piccoli ospiti, aprendosi prevalentemente verso la corte e i giardini interni.
Sul fronte del corpo nord invece precise aperture inquadrano porzioni selezionate del paesaggio sottostante.