Ex colorificio: atelier per un'illustratrice, Milano, 2002
Ristrutturazione
Foto di Matteo Garone
Un vecchio colorificio abbandonato da anni in una delle zona più ambite di Milano si trasforma nello spazio creativo di un'illustratrice per l'infanzia. Due locali dalla generosa altezza collegati solo da una piccola porta diventano un grande spazio unitario. Il piccolo varco, attraverso una parziale demolizione dell'architrave e muro soprastante, diventa un passaggio a tutta altezza in grado di relazionare i due ambienti anche grazie all'inserimento di una scultorea libreria a parete capace di misurare tutta la profondità dei locali. L'orizzontalità degli scaffali e della passerella a mezza quota sono un elemento dinamico di connessione.
Percorrendo il passaggio in quota, accessibile da una scala posta nel locale in affaccio su strada, si arriva sino ad uno spazio relax realizzato sopra il volume che contiene la zona servizi. Il bianco delle pareti, il ferro grezzo della libreria e il pavimento di pitch-pine sono i tre materiali semplici che lasciano all'imponente massa colorata dei libri di arte e grafica l'opera di completare la composizione del lo spazio.